• IT
  • DE
  • EN
Vai ai contenuti

Creare siti portfolio. Guida completa ed Esempi pratici

WebSite Blog
Pubblicato da Incomedia in Guide e consigli · 15 Novembre 2022
Ti stai chiedendo se non sia il caso di creare un sito web con il tuo portfolio online? Già solo perché ti sei posto la domanda, la risposta è: Sì.

I casi sono questi: o sei un giovane alla ricerca di un primo impiego o sei un freelance alla ricerca di nuovi clienti oppure, ancora, sei un professionista alla ricerca di un nuova occasione di lavoro. In qualsiasi caso hai bisogno di un sito web che funzioni da biglietto da visita, curriculum e vetrina dei tuoi progetti, tutto in uno.

Un sito di questo genere ti darà visibilità online e maggiori possibilità di essere trovato, in più farà emergere la tua personalità: sarà ciò che ti distinguerà dalla massa dandoti una marcia in più agli occhi di recruiter e possibili clienti.

Chiarito questo, al lavoro. Ecco una guida su come creare un sito portfolio di cui sarai orgoglioso.

1. Trova l’ispirazione

Se sei ancora agli inizi potresti sentirti un po’ spaesato: da dove si comincia per creare un sito portfolio bello, completo ed efficace? Quello di cui hai bisogno è un’idea da cui partire.

Non stare lì ad arrovellarti fissando un foglio bianco: potresti rimanere bloccato per ore riuscendo solo a immaginare cosa mangiare per placare quella maledetta fame nervosa che ti ha preso lo stomaco!

Inizia, piuttosto, a guardarti intorno: naviga sul web e scopri cosa fanno altri che sono già più o meno affermati nel tuo stesso settore. Non ti sto suggerendo di copiare: semplicemente di studiare la concorrenza e, se possibile, di imparare da chi ha già esperienza sul campo. In questo girovagare solo apparentemente senza meta, scoprirai cosa ti piace e cosa no; ti renderai conto di quello che secondo te può funzionare e, poco per volta, inizierai a capire cosa vorrai avere anche tu nel tuo sito.

Ricorda: stai facendo benchmark, non stai perdendo tempo. Quando l’ispirazione ti avrà folgorato, o - più realisticamente - avrai trovato un nucleo di idee che giudichi abbastanza interessanti da meritare di essere sviluppate, allora sarai pronto per passare allo step successivo.

2. Scegli un template

Ora che hai le idee un po’ più chiare, puoi metterti all’opera: è tempo di scegliere un template.

Attenzione perché si tratta di una scelta importante. Un template non deve essere solo esteticamente bello: deve anche funzionare. Un template funziona quando:

  • ha un’architettura chiara: solo le pagine giuste e tutte al posto giusto;
  • è facilmente navigabile: pochi click e l’utente trova l’informazione che cerca;
  • comunica un’emozione: come disse qualcuno, è “questione di feeling”;
  • è ampiamente personalizzabile: senza impazzire e perdere tempo, riesci ad adattarlo alle tue esigenze.

Pensi che chieda troppo? Non credo. Ci sono ottimi template che offrono esattamente questi vantaggi. Dai un’occhiata a questi template studiati proprio per realizzazione un sito portfolio online.



Tra l’altro, un template di questo genere è anche una linea guida a cui ti puoi affidare con fiducia: potresti limitarti ad inserire i tuoi contenuti senza cambiare null’altro e avere la garanzia di aver fatto un buon lavoro.

Se però punti al massimo dell’originalità e lavorare di grafica non ti spaventa, ricorda che puoi sempre partire da un template vuoto. Insomma, a te la scelta.

3. Inizia dalla Home Page

È tempo di iniziare a sporcarsi le mani: devi creare la tua home page.

Respira e rifletti: a cosa serve una home page? Per definizione l’home page di un sito web è il punto di partenza da cui inizia la navigazione dei tuoi visitatori. Pensala come la copertina di un libro, una copertina che deve servire a:
  • accogliere e dare il benvenuto ai tuoi visitatori;
  • presentare brevemente chi sei e cosa fai;
  • dare un rapido accenno e un facile accesso ai vari contenuti del sito.

Qui ti giochi la possibilità di fare una prima buona impressione e la chance che i tuoi visitatori decidano di continuare a navigare nel tuo sito piuttosto che abbandonarlo per altri lidi (leggi: “la concorrenza”).

Usa con scaltrezza tutto quello che hai a disposizione: cura la grafica, cesella le parole e trova frasi ad effetto, disponi i contenuti per importanza sapendo che a volte le persone non scrollano fino in fondo, persuadili con recensioni e dati (se ne hai).

Devi incuriosire e stimolare a leggere ancora quindi non dire tutto in home page: anticipa gli argomenti più importanti ma ricorda che avrai pagine specifiche in cui trattarli in dettaglio.

Pensa all’intero sito web come a una presentazione di 1 ora e alla home page come all’elevator pitch di 1 minuto con cui devi convincere il capo ad ascoltare tutta la presentazione di cui sopra! Sei pronto per la sfida?

4. Prepara la pagina “Chi sono”

Non ti far trascinare dal titolo nella spirale dei dubbi esistenziali. Tu lo sai chi sei. Sei un professionista - o ex-studente aspirante tale - sicuro delle proprie competenze, forte del proprio bagaglio di esperienze, ricco di doti personali nonché di interessi, che punta a farsi conoscere per trovare nuove opportunità lavorative.

Ecco, il tuo compito ora è creare una pagina per far conoscere il preparato e brillante professionista che sei a tutto il gentil pubblico.

Vale tutto: fotografie, illustrazioni, disegni fatti a mano, testi, video. Usa tutto quello che pensi possa servire per far capire chi sei a chi legge. Puoi inserire una tua breve biografia, dare informazioni essenziali su di te, i tuoi valori e ciò di cui ti occupi. Non dimenticare di dare il giusto risalto ai successi che hai conseguito e magari presenta il tuo attuale stato lavorativo o parla dei risultati che vuoi ancora raggiungere. Anche una timeline interattiva potrebbe colpire.

Permettimi, però, qualche piccolo suggerimento:

  • Scegli il tono di voce in base all’immagine che vuoi dare di te come professionista: foto informale e tono scanzonato sono perfetti per un creativo, forse per un notaio un po’ meno. …e comunque la foto del matrimonio in cui sei così bello non va bene, mai!
  • Trova una misura: racconta solo quello che serve, non tutte le persone sono degli accaniti lettori e, soprattutto, poche sono interessate a sapere come te la cavavi all’asilo.
  • Non cercare di fare lo spiritoso se non ne sei capace: meglio un tono più neutro che difficilmente fa danni.

Vuoi un’idea? Presentati con una foto e una bio originale, simpatica e abbastanza concisa. Poi inserisci un link al tuo CV e offrilo come PDF scaricabile. Attiri con la simpatia e colpisci con la professionalità: strategia infallibile!

5. Crea il tuo portfolio

È ora di far vedere quanto vali: devi mettere mano all’archivio dei tuoi lavori e creare il tuo portfolio.

Qui il punto non è come inserire il portfolio in una pagina del tuo sito web: quello è facile. Hai l’Oggetto Portfolio che è fatto apposta. Puoi mettere un’immagine, un titolo e una descrizione per ogni lavoro; personalizzare lo stile del wall, impostare le categorie e i filtri di ricerca; prevedere link di approfondimento, ecc. Insomma hai tutto ciò che ti occorre per creare un portfolio d’impatto, bello e funzionale.

La parte complicata, piuttosto, è a monte: quali lavori meritano di essere inseriti in un portfolio?

  • Primo: non farti prendere dall’ansia da prestazione.
  • Secondo: non pensare che la quantità valga più della qualità.
  • Terzo: non trascurare il potere della narrazione.

Adesso mi spiego. Per quanto riguarda il primo e il secondo punto, NON serve - e potrebbe anche essere controproducente - che tu inserisca TUTTI i progetti che hai sviluppato. Seleziona con occhio critico solo i migliori, quelli che raccontano veramente qualcosa di te e che riescono a mettere in luce i tuoi punti di forza. Pochi ottimi lavori sono meglio di tanti lavori di scarsa qualità: chi giudica apprezzerà il tuo operato e il fatto che non gli stai facendo perdere tempo.

Per quanto riguarda, infine, il potere della narrazione, non trascurare l’importanza delle descrizioni che accompagnano i tuoi lavori. Assicurati di fornire delle descrizioni concise e spiega sempre il ruolo che hai avuto. Ricorda che spesso chi guarda i lavori di un portfolio è più interessato a capire come l’autore ha ragionato per arrivare a un risultato, piuttosto che al risultato stesso.

Sento arrivare una domanda: “Ed io che sono agli inizi e non ho lavori da inserire, come faccio?”

Usa la fantasia e dimostra la tua buona volontà. Tutti devono iniziare da qualche parte: dichiara la tua situazione e inserisci i progetti che hai sviluppato per studio o a titolo personale. Intraprendenza e spirito d’iniziativa sono doti che vengono sempre apprezzate!

Ultima cosa. Non dimenticare di aggiornare il tuo portfolio: presentando e condividendo le tue creazioni più recenti, dimostrerai che sei attivo, che lavori e che hai esperienza. È importante.

6. Metti le informazioni di contatto

Stai facendo tutto questo per trovare nuovi clienti, nuove collaborazioni, nuove opportunità di lavoro: permetti, dunque, a chi è rimasto sbalordito dalla bellezza dei tuoi lavori di contattarti facilmente.

Nel tuo sito portfolio online ci devono essere uno o più dei seguenti elementi: un modulo di contatto, la tua e-mail, il tuo recapito telefonico, i link ai tuoi canali social. Dove e come inserirli dipende da te: puoi fare una pagina “Contatti” apposta, puoi completare la pagina “Chi sono”, puoi inserire una barra strumenti a lato della pagina, ecc.

Qualunque soluzione tu scelga, ti consiglio di inserire i tuoi dettagli di contatto anche nel piè di pagina del tuo sito web, così saranno sempre disponibili per chiunque.

A proposito: se sui tuoi profili social ci sono dei contenuti che non sono rilevanti per il tipo di lavoro che stai cercando, valuta di modificare le impostazioni della privacy e limitare le persone che potranno vederli. Immagino che tu non voglia che il tuo futuro datore di lavoro veda le foto della serata di sabato in discoteca.

7. Inserisci clienti e recensioni  

Niente falsa modestia: stai lavorando per costruire il tuo brand, la tua immagine, e devi far di tutto per convincere i visitatori che sei tu sei la persona giusta su cui puntare.

Hai vinto dei premi? Citali.

Hai scritto degli articoli o ci sono degli articoli che parlano di te? Linkali.  

Ma, soprattutto, hai la testimonianza di clienti soddisfatti, precedenti datori di lavoro o colleghi che parlano bene di te? Inseriscile perché valgono come l’oro. Se il feedback sembra genuino e non esagerato, le recensioni hanno, infatti, il magico potere di aumentare la credibilità del tuo portfolio. È come ottenere un boost e andare a velocità doppia verso il traguardo.

Procurarsi delle recensioni richiede un po’ di metodo: quando concludi un progetto non esitare a chiedere al tuo committente di scrivere una testimonianza. Se è reticente puoi sempre offrirti di anticipargli una bozza da rivedere o degli spunti da cui partire.

Inserire nelle pagine del tuo sito una carrellata dei loghi delle società con cui hai collaborato o le recensioni che hai raccolto, invece, è molto semplice. Non devi fare altro che usare i due Oggetti specifici: Logo Slider e Testimonial & Rating.

Ah già, sei all’inizio e non hai clienti da citare o recensioni da riportare. In questo caso possono andar bene anche i commenti positivi da parte di insegnanti, amici o persone con le quali hai collaborato magari per progetti di volontariato. La mamma, però, non vale.

8. Rendi il tuo sito mobile friendly

Bene, inizi a vedere la luce in fondo al tunnel: risolti i dubbi e inseriti i contenuti, il progetto del tuo sito portfolio online ha preso corpo ed è quasi pronto per andare online.

Quasi: hai capito bene. Perché c’è ancora una cosa - direi parecchio importante - di cui ti devi occupare: la compatibilità con la navigazione da dispositivi mobili.

Su desktop funziona tutto, ma su smartphone? Considerando quanta gente c’è che naviga da mobile non puoi permetterti di trascurare nulla. Non si tratta di creare una versione “rimpicciolita” perché funzioni su spazi ridotti: piuttosto dovresti ripensare contenuti, disposizioni e interazioni perché l’esperienza d’uso dei visitatori rimanga inalterata.

Comunque non ti preoccupare: l’Oggetto Portfolio che hai utilizzato - come i template e gli altri Oggetti di WebSite X5 - sono già pensati per essere mobile friendly. Puoi gestire la visualizzazione responsive in maniera molto semplice: quando il tuo futuro datore di lavoro guarderà il tuo portfolio sul suo smartphone mentre si sposta in metro, troverà e vedrà tutto come se fosse comodamente seduto in ufficio davanti allo schermo del suo desktop.

Conclusioni     

Ci hai messo tanto impegno ma ne è valsa la pena: ora il tuo sito è pronto per essere messo online.

Con WebSite X5 hai 12 mesi di spazio web incluso e un dominio automatico: un click è il gioco è fatto. Il tuo sito è sul web, finalmente navigabile e pronto per lavorare per la tua causa.

Prenditi un momento per gongolare davanti al monitor mentre guardi il tuo sito web in tutto il suo splendore, datti una pacca sulla spalla in segno di ammirazione per te stesso e poi… rimettiti al lavoro.

Sì perché ora devi iniziare a promuoverlo e a farlo crescere. Intanto, fai sapere a tutti che hai un sito portfolio: condividilo online, inseriscilo nella firma delle mail che mandi, citalo nelle bio dei tuoi profili social, stampalo sui tuoi bigliettini da visita e in qualsiasi altro posto - fisico o virtuale - ti venga in mente. Poi continua ad aggiornarlo: ci sarà un nuovo contenuto o un nuovo progetto da inserire piuttosto che una nuova funzionalità da implementare o un aspetto da migliorare.

Il tuo sito portfolio è il tuo miglior alleato: coccolalo un po’ e ti darà grandi soddisfazioni.


Torna ai contenuti