• IT
  • DE
  • EN
Vai ai contenuti

Arte, scuola, impegno sociale: i tanti progetti di Gianni

WebSite Blog
Pubblicato da Incomedia in Storie di successo · 27 Agosto 2021
Nell’animo di un informatico che lavora in un’azienda multinazionale di ingegneria ferroviaria, c’è spazio per molto più che per schemi, numeri e mappe.

Lo sa bene Gianni Vernì che, al di là del suo lavoro, ha sempre amato il disegno e l’arte in generale e che, dal 2009, si è avvicinato al mondo dell’incisione arrivando ad aprire uno studio a Roma dove stampa in proprio, e ad esporre in diverse mostre ed eventi.
Gianni conosce e utilizza da anni WebSite X5 e, nel tempo, ha creato diversi siti web che continua a seguire con passione.

Gli abbiamo chiesto di parlarci dei suoi progetti più importanti: ecco cosa ci ha raccontato.

Ciao Gianni, partiamo con il sito n°1, il tuo sito personale: http://www.gianniverni.it.

«Ciao. Come detto, oltre alla professione tecnica, mi occupo da sempre di arte e la mia esigenza di realizzare un sito è nata principalmente dal voler dare maggiore visibilità ai miei lavori.

Ricordo che, dopo una ricerca sul web, scelsi WebSite X5 - allora c’era la versione 8! - soprattutto per la semplicità d’uso e la versatilità. Creai il mio primo sito e poi continuai ad aggiornare sia il sito che il software.

Se mi permettete una piccola digressione sul discorso degli aggiornamenti, non ho mai dimenticato la frase con cui esordì il mio professore di Informatica alla prima lezione all’Università: “Non esiste un software esente da errori”. Per questo penso che sia importante il lavoro che è stato fatto negli anni per portare WebSite X5 ai risultati di oggi.

Per tornare, invece, al mio sito personale, è volutamente molto semplice: ho scelto il mio nome come domino e l’ho intitolato “Arte incisa”, poi ho inserito il mio portfolio, alcune delle attività più importanti e la pagina dei contatti. Credo di essere stato essenziale ma chiaro e spero di essere riuscito a mettere nella giusta luce i miei lavori.»

Facciamo un salto avanti nel tempo e passiamo al sito n°2, quello di una scuola per l’infanzia: http://www.scuolamariabambina.it.

«Sì, in tempi più recenti ho messo a disposizione la mia esperienza per alcune realtà che mi coinvolgono a livello personale: la prima è, appunto, la Scuola dell'Infanzia Paritaria "Maria Bambina" di Roma.

Una scuola ha molte più cose da dire: deve raccontare la sua storia, illustrare la sua offerta formativa, mettere a disposizione moduli, ecc… In più deve accogliere, iniziare a creare quel senso di fiducia e di accoglienza che poi genitori e bambini dovranno ritrovare entrando nelle classi, tra le mura della scuola.

Per questo nello sviluppare il sito ho cercato di organizzare al meglio le pagine, in modo da permettere ai lettori di trovare facilmente le informazioni necessarie. Ho cercato di creare un layout pulito, con immagini, gallerie e testi: ho puntato alla leggibilità.»  

Arriviamo così al sito n°3, un progetto “speciale” per una comunità altrettanto “speciale”: http://www.larche-ilchicco.it.

«La Comunità “Il Chicco” è una ONLUS  di Ciampino con cui collaboro da anni, che in cui vivono persone con disagio mentale. Oggi è composta da 3 case famiglia nella quali vivono 20 persone con disabilità mentale, insieme ad assistenti e volontari provenienti da tutte le parti del mondo. Ha attivato diversi laboratori tra cui anche quello di calcografia che seguo personalmente.

È sicuramente il progetto più complesso fra i tre: ha molte sezioni, tante fotografie e numerose testimonianze di volontari e sostenitori.

In particolare, sono felice di essere riuscito a inserire nel sito una piattaforma per la raccolta di donazioni a favore dell’associazione. È una sorta di e-commerce per mezzo del quale, in base all’importo della donazione, c’è la possibilità di scegliere in regalo una delle opere calcografiche realizzate all’interno della Comunità dai ragazzi che frequentano il laboratorio.

Devo dire che l’iniziativa ha avuto un discreto successo e, grazie a WebSite X5, è stato anche semplice gestirla.»


Torna ai contenuti