• IT
  • DE
  • EN
Vai ai contenuti

Un italiano a Cuba: Gabriele ci parla del sito web del suo B&B all’Avana

WebSite Blog
Pubblicato da Incomedia in Storie di successo · 13 Aprile 2022
Mollo tutto e scappo a Cuba! Chissà quanti di noi, prima o poi, lo hanno pensato. Gabriele Righetti non lo ha solo pensato: lo ha fatto. Ma la sua non è stata una fuga, quanto piuttosto un progetto inseguito e realizzato.

Oggi Gabriele è proprietario e gestore di un Bed & Breakfast all’Avana, Cuba, ed è felice di aver raggiunto un connubio perfetto tra lavoro e passioni. Per far conoscere il suo B&B e trovare nuovi clienti ha creato da solo il sito web https://www.bebcentral.com/, naturalmente con WebSite X5.

Facciamoci raccontare direttamente da lui la sua storia.

Ciao Gabriele, da Zocca (Modena) all’Avana (Cuba): com’è iniziata la tua avventura?

«Ciao a tutti. Come spesso accade, tutto è cominciato per passione.

Sono sempre stato un amante del mare, dei tropici e della subacquea: cercavo un paese che mi offrisse delle opportunità di lavoro e che, allo stesso tempo, fosse adatto a soddisfare le mie passioni. Cuba, a mio avviso, era la risposta giusta.

Sono partito da Zocca, dove già avevo iniziato a lavorare nelle 2 aziende turistiche di famiglia - un piccolo Hotel ed un Agriturismo in campagna - e sono arrivato all’Avana dove ora sono proprietario e gestore di un B&B proprio nel centro della capitale.»

Te lo devo chiedere: com’è Cuba?

«Cuba è un Paese complicato, pieno di contraddizioni. Non ti nascondo che ho fatto molta fatica ad entrare nel meccanismo: lavorare qui non è certamente semplice!

A parte lo scoglio della nuova lingua che ho dovuto imparare, ci sono aspetti culturali che ad un europeo possono apparire alquanto “strani”. Alla fine, però, viene tutto compensato dalla famosa allegria e gioia di vivere cubana. Dai panorami e dalle spiagge, dall’eterna estate, dalla musica e dai colori.»

Arriviamo al Web: quando ti sei reso conto che la tua attività aveva bisogno di un sito web?

«Per fortuna me ne sono reso conto quasi subito. All’epoca ero ancora in Italia: gestivo il mio B&B a Bologna e vedevo che tutto stava iniziando a muoversi su Internet. Capii che per una struttura turistica, captare prenotazioni con questo nuovo mezzo era indispensabile.

Essendo stato uno dei primi B&B ad avere avuto un sito web sia a Bologna, allora, che all’Avana, anni dopo, ho goduto di un certo vantaggio: il sito mi ha portato sia un guadagno in termini di immagine ma anche, più concretamente, un notevole incremento del flusso dei clienti.»

Tu hai scelto di creare da solo il sito web del tuo B&B con WebSite X5.

«Sì, ho scoperto questo fantastico software cercando su internet e leggendo recensioni. Provata la versione gratuita mi sono rapidamente convinto che fosse lo strumento giusto per me.

Fin da subito mi è piaciuto per l’immediatezza nell’ottenere risultati soddisfacenti, professionali ed eleganti. In effetti, basta poco per creare qualcosa di bello. Ma non bisogna lasciarsi ingannare da questa semplicità d’uso: in realtà, padroneggiando il software, le possibilità sono infinite.»

Il sito web del tuo B&B è molto lineare e pulito. Quali pensi che siano gli elementi di successo di un buon sito per una struttura turistica?

«Secondo me, in un buon sito web non dovrebbero mai mancare delle belle foto, in alta risoluzione, e dei testi interessanti, non troppo lunghi. Naturalmente il tutto assemblato con eleganza.

Credo che, soprattutto per il mio settore, sia fondamentale avere un sito multilingue: da noi i turisti arrivano da tutto il mondo e, per quanto possibile, cerco di accoglierli nel migliore dei modi, rendendo i contenuti il più fruibili possibile. Il mio sito parla spagnolo, italiano e inglese: proprio come il personale del mio B&B.

Infine, ovviamente, non può mancare l’integrazione con i Social: noi siamo attivi su Facebook, Instagram e Twitter ma, soprattutto, su Tripadvisor che nel 2020 ci ha assegnato il premio Traveler’s Choice.»

Un’ultima domanda di rito: consiglieresti WebSite X5 a chi deve realizzare il proprio sito web?

«Utilizzo WebSite X5 dal 2011 e ora non saprei come farne a meno. L’ho sempre consigliato e, fino a che il livello resterà così alto, continuerò sicuramente a farlo.»


Torna ai contenuti