• IT
  • DE
  • EN
Vai ai contenuti

5 consigli per rilanciare la tua attività ora che i clienti non si muovono da casa

WebSite Blog
Pubblicato da in Guide e consigli · 26 Marzo 2020
In queste giornate forzatamente “casalinghe” tutto sembra essere un po’ sospeso, in attesa di tornare ad una rassicurante normalità. Ma se anche il mondo si ferma in attesa di tempi migliori, dalla scrivania di casa possiamo continuare a studiare e ad affinare idee e strategie in modo che, quando potremo ripartire, lo faremo con uno scatto da centometrista.

Insomma, sfruttiamo il tempo che abbiamo a disposizione oggi per fare quello che abbiamo sempre rimandato e farci trovare pronti domani quando potremo tornare alle nostre attività.

Ecco, allora, 5 attività di local marketing online da cui puoi partire per rilanciare la tua attività e trovare nuovi clienti per quando potrai riprendere appieno il lavoro.

1. Conosci i tuoi clienti

Il punto di partenza per qualsiasi decisione di business rimane sempre lo stesso: il cliente. Conoscerlo a fondo è la prima garanzia di successo.

Probabilmente, prima di aprire la tua attività, avevi già fatto un’analisi della clientela che volevi intercettare in modo da confezionare al meglio la tua offerta. Da allora, però, le cose potrebbero essere cambiate e, adesso che hai il tempo per farlo, dovresti proprio rifare il punto.

Prova a ripensare ai clienti che normalmente hai e a delineare il profilo non solo del tuo cliente tipo ma anche di quello che vorresti attrarre anche se ancora non sei riuscito a farlo. Pensa agli interessi che ha, ai suoi gusti, a cosa gli piace fare, a dove si ritrova online. Con queste, e con tutte le altre informazioni che ti vengono in mente, crea delle schede, delle vere e proprie carte di identità. Dare un nome, un volto, un’età e una professione ai tuoi clienti tipo ti aiuterà a confrontarti meglio con loro e a capire qual è il modo migliore per soddisfare le loro richieste.

Al termine di questo lavoro avrai una consapevolezza maggiore del pubblico a cui ti rivolgi e avrai anche a tua disposizione una sorta di bussola, utilissima per orientare qualsiasi tua futura decisione: saprai, per esempio, come modificare la tua offerta, impostare le tue prossime comunicazioni o creare campagne pubblicitarie basate sugli interessi.

2. Crea il tuo sito web

Dopo aver tracciato l’identikit dei tuoi clienti tipo, la domanda che ti devi porre è: “Come faccio a farmi trovare da loro?”.

Partiamo da una semplice considerazione: le nostre abitudini d’acquisto sono cambiate.

Quando cerchiamo un prodotto, non parliamo più con l’amico esperto né ci rivolgiamo al commesso del nostro negozio di fiducia: tiriamo fuori lo smartphone e cerchiamo direttamente online. Così, non stupisce che una delle ricerche che facciamo più spesso online riguarda proprio le attività vicino a noi: bar, ristoranti, negozi di scarpe, ecc.



Questo significa che anche per i negozi fisici è fondamentale avere una presenza online.

Dunque, se ancora non ne hai uno, è ora di correre ai ripari: anche il tuo negozio merita di avere un sito web.

Per fortuna, realizzare il sito internet della propria attività oggi può essere meno oneroso di quel che immagini: ci sono, infatti, tanti servizi e software che ti permettono di creare un sito da solo e con una spesa molto contenuta. Uno di questi, è WebSite X5: con questo software puoi partire da un template, personalizzarlo con i tuoi contenuti e impostare tutto ciò che è necessario sia per fare le ottimizzazioni SEO necessarie per Google, sia per renderlo navigabile anche da mobile.

Con strumenti come questi non occorre essere né un esperto di programmazione né un grafico per riuscire a creare un sito completo, bello e di qualità assolutamente professionale.
Allora, che ne dici di utilizzare questa pausa forzata per provare a creare da solo il sito web della tua attività?

3. Apri il tuo e-commerce

Con un sito web a disposizione, puoi scegliere tra un ventaglio ricchissimo di strategie da esplorare e da mettere in campo per promuovere online il tuo business e incrementare le tue possibilità di successo.

Una delle prime attività che devi valutare è l‘apertura di un e-commerce che ti permetta di vendere i tuoi prodotti/servizi anche online.  

Considera che in queste settimane in cui è meglio non muoversi da casa, i volumi degli acquisti online sono letteralmente esplosi. Secondo lo studio dell’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con Netcomm, durante la settimana che va dal 24 febbraio al 1 marzo (esattamente qualche giorno dopo l’inizio dell’epidemia in Italia) gli acquisti dei prodotti di largo consumo venduti online hanno avuto un’impennata del  +81% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Un dato certamente relativo all’effetto emergenza coronavirus, che però si aggiunge a quello più consolidato del 2019 che ha fatto registrare in Italia un +15% rispetto al 2018.

È evidente, dunque, che l’emergenza sta portando anche i più scettici a fidarsi degli store online e a provarne le potenzialità ed è facile prevedere che molti di questi continueranno ad acquistare online anche ad emergenza rientrata.

A questo punto, con un bacino di clienti sempre più vasto, non usufruire delle opportunità del commercio online diventa sempre più svantaggioso, soprattutto per chi come te gestisce già un negozio fisico.

Per tua fortuna, molti dei servizi che ti permettono di creare in autonomia un sito web offrono anche funzioni di e-commerce: se ti metti d’impegno in questi giorni, quando rialzerai le saracinesche del tuo esercizio potrai, non solo avere un sito web, ma anche inaugurare il tuo nuovo store online.

4. Imposta l’invio di e-mail e newsletter

E-mail e newsletter sono a tutt’oggi uno dei perni attorno ai quali ruotano le strategie di marketing delle aziende. E non potrebbe essere diversamente dati i numeri: nel 2019 erano 5.6 miliardi gli account e-mail attivi e il 99% degli utenti affermava di controllare la propria casella ogni giorno. In più, gli studi dimostrano che il 72% delle persone preferisce ricevere contenuti promozionali via e-mail, piuttosto che attraverso altri canali.



Quindi, se hai novità interessanti, promozioni o magari variazioni di orario, è importante che tu lo faccia sapere ai tuoi clienti e il modo più diretto che hai per farlo è inviando loro una e-mail.

Puoi raccogliere gli indirizzi attraverso il sito web, proponendo ai visitatori di iscriversi a una newsletter oppure offrendo loro una promozione o un contenuto extra in cambio dell’indirizzo e-mail. Quando riaprirai, potrai farlo anche in negozio, per esempio facendo compilare un modulo per avere una carta fedeltà o per poter ricevere offerte speciali.

Il tuo obiettivo n°1 dovrà essere creare una lista di contatti e-mail quanto più nutrita possibile.

Il tuo obiettivo n°2, invece, dovrà essere confezionare ed inviare delle e-mail interessanti, sia per i contenuti che propongono che per gli sconti che offrono.

Se lavorerai bene, vedrai che l’e-mail marketing saprà riservarti delle bellissime sorprese, sia in termini di coinvolgimento del pubblico che di vendite e guadagni.

Non sai quale servizio utilizzare per le tue campagne e-mail? Prova Sendinblue: è una piattaforma completa che ti permette non solo di fare e-mail marketing ma anche di sfruttare chat e SMS, di segmentare la tua audience e molto altro ancora. Inizia subita con il piano gratuito.

5. Conversa con i clienti sui Social

Il sito web è uno strumento imprescindibile ma anche i Social sono importanti: non puoi essere presente su tutti, quindi scegli quelli su cui si ritrovano i tuoi clienti e inizia a interagire con loro.

Ricorda: nessuno di noi frequenta i social per fare o pianificare acquisti, perciò non è il caso di fare eccessiva promozione dei tuoi prodotti.

Il tuo obiettivo primario deve essere quello di intessere relazioni con i clienti e con la comunità locale, portando online la tua personalità e la tua attività. Cerca di essere utile e coinvolgente: anche se forse non te ne rendi conto tu sei portatore di un sapere legato all’ambito in cui operi. Trova un modo per condividerlo e in questo modo diventare un punto di riferimento.

Dosando opportunamente contenuti più informativi ad altri più promozionali riuscirai ad intrattenere le persone e, nello stesso tempo, a far apprezzare i tuoi prodotti/servizi.

In questo modo quando le persone che ti seguono sui social avranno bisogno di comprare proprio ciò che offri, si ricorderanno di te e, con un pizzico di fortuna, arriveranno nel tuo negozio - fisico o virtuale - per fare l’acquisto.   

Sei già presente su Facebook, Instagram o YouTube? Ottimo: rivedi i tuoi profili per vedere se puoi migliorarli o completarli con informazioni mancanti; consulta gli insight che le varie piattaforme mettono a disposizione per scoprire cosa piace di più a chi ti segue; dai un occhio alla concorrenza per vedere se c’è qualcosa che gli altri già fanno e che potresti fare anche tu.

Facebook ha già preparato una serie di suggerimenti su come utilizzare la piattaforma e affrontare i cambiamenti che stiamo vivendo in questi giorni: scoprili so Boost With Facebook.

In conclusione...

Come vedi basta aver voglia e di cose da fare se ne trovano sempre: anche quando sei a casa e non puoi aprire la tua attività per “cause di forza maggiore”. Parti da questi 5 consigli di local marketing online e prova ad applicarli al tuo caso specifico: trasformerai questa pausa forzata in un’opportunità di crescita, sia personale che di business.

E infine un piccolo bonus extra: una piccola cassetta degli attrezzi con alcuni strumenti digitali veramente indispensabili:

  • Google My Business  è uno strumento gratuito che ti consente di gestire la presenza online della tua attività locale su Google, compresi Ricerca e Maps, aiutando i clienti a scoprire i prodotti e i servizi che offri, a contattarti e a trovare la tua sede.

  • Sendinblue è una delle piattaforme per l’e-mail marketing più note. Puoi iniziare con un piano gratuito e poi, mano a mano che le tue esigenze cambiano, valutare se passare a un piano più completo a pagamento.

  • Facebook e Business Manager entrambi strumenti gratuiti. Per il primo non servono spiegazioni, il secondo ti aiuta a gestire al meglio le tue campagne pubblicitarie su uno dei social più usati dai tuoi clienti.

  • Canva è un valido strumento gratuito per realizzare grafiche accattivanti per le tue promozioni.

  • Pixabay è un sito dove trovare immagini free per la tua comunicazione senza diritti d’autore.


Torna ai contenuti