• Italiano
  • Deutsch
  • English
  • Français
  • Español
  • Português BR
  • Polski
  • Русский
Vai ai contenuti
Pillar

I 7 livelli di un sito di successo:
tutti i trucchi dei guru del web

Hai un sito o stai per averlo, e sei incappato nella fatidica domanda: “Come creare un sito web di successo, oggi, nel 2018?”. E a questa magari seguono altre domande, in un loop senza fine: “Quali sono le caratteristiche di un buon sito web?”, “Cos’è che rende tali i siti di successo?”.

Calma, respira e pensa a Super Mario Bros.

Sì: tu sei Super Mario e la tua missione è avere un sito di un altro mondo. Ci sono 7 livelli e altrettante sfide. Ma niente paura, non sei solo: con te ci sono alcuni dei migliori esperti in circolazione in user experience e architettura dell’informazione, copywriting e SEO, social media marketing e Facebook, AdWords e strategie web: mettiti in gioco e con questo articolo scoprirai tutti i trucchi per arrivare in fondo e vincere.

Livello 1: Architettura. Come strutturare un sito web a prova di ubriaco


Un sito web efficace è così efficace che anche un ubriaco è in grado di usarlo – e infatti in The user is drunk l’esperto di siti Richard Littauer viene pagato per ubriacarsi e navigare i siti web.

Dunque, come organizzare un sito web a prova di ubriaco?


Questo è il livello 1, Super Mario. Se lo superi, tutto il resto è in discesa.

  • Prendi dei post-it e segna ciò che vorresti inserire nel sito.
  • Annota i siti che ti piacciono, osserva come sono fatti i loro menu di navigazione e prendi spunto.
  • Organizza i post-it per pagine. A partire da questo, disegna la mappa del sito, che avrà un disegno come questo:

I trucchi per superare il livello 1


Progetta il sito come Federico Badaloni “Una funzione per l’intero sito, una funzione per ogni pagina del sito, una funzione per ogni zona di una pagina del sito” – Progettare un sito in 10 mosse di Federico Badaloni.

Racconta la mappa del sito come Luca Rosati. Se la mappa è un racconto, la mappa del tuo sito è il TUO racconto, unico e irripetibile. - Da Luca Rosati, Mappa racconto e architettura dell’informazione.

Livello 2: usabilità e visual design


Il parallax scrolling è uno dei web design trend che ti piacciono di più, vero? Non vedi l’ora di sbizzarrirti con questi effetti!
In questo il visual design gioca un ruolo fondamentale.
  • Decidi che impressione vuoi comunicare (serio, serissimo, classy, stravagante?).
  • Scegli i colori con la nostra guida colore.
  • Scegli i font più adatti al tuo sito con questa infografica.

I trucchi per superare il livello 2:


Se ti senti pronto per la sfida, utilizza questi strumenti PRO:

Immagina il tuo target con il Canvas Personas di Maria Cristina Lavazza. Le personas sono “personaggi”, figure immaginate ma verosimili che rappresentano gli utenti tipo del tuo sito. Lo strumento pro? Il Canvas Personas di Maria Cristina Lavazza, esperta di usabilità, con spazio per inserire nome, cognome, dettagli e fotografia.

Usa la lista di Dr. Pete. Qui trovi la checklist con le 25 cose da tenere presente per l’usabilità del tuo sito nella versione italiana tradotta da Gianluca Fiorelli.

Livello 3: Contenuti. Scrivere per il web è diverso da scrivere nel web


Nuovi livelli, nuove sfide: qui, Super Mario, ti serve la superpiuma. Perché per scrivere nel web basta aprire Facebook. Scrivere per il web, invece, è tutta un’altra faccenda.
La scrittura di contenuti per il web si adatta alla lettura online, che, come ci insegnano le ricerche dell’agenzia Nielsen, è ad F, scorre veloce e spesso non va oltre il 4° paragrafo.

Sì, ma come scrivere contenuti per il web che si facciano leggere e scoprire, gustare e ricordare? I segreti sono due: formattazione e uso dei link.

Gerarchia: titoli, sottotitoli, abstract. Il titolo è l’ambasciatore della pagina: la fa cliccare dalla SERP, la fa leggere, la fa condividere sui social. Il sottotitolo se serve, l’abstract è per il mobile.

Paragrafi, liste… Evita i muri di testo compatti e senza respiro, opta per la suddivisione del testo in bocconi piccoli e facili da digerire.

Link e grassetti. Inserisci i grassetti e fai il “test della velina”: immagina una velina che abbia solo i grassetti; hanno senso anche da soli? Bene, altrimenti rifai. I link sono strade tra pagine o scorciatoie in un testo lungo; le parole ne sono il cartello: sceglile bene perché aiutano l’ottimizzazione SEO.


I trucchi per superare il livello 3:


Leggi Luisa Carrada. La trovi su carta (es. “Lavoro, dunque scrivo! Creare testi che funzionano per carta e schermi”) e sul suo blog Il mestiere di scrivere.

Sfoglia le risorse di Daniele Pennablu Imperi - la distinzione tra scrivere nel web e per il web è sua.

Livello 4. Ottimizzazione on-page e cose da sapere


Panda, Penguin e Fred. Personaggi Disney? No, variazioni dell’algoritmo con cui Google indicizza e mostra i siti nel suo motore di ricerca.
L’algoritmo cambia nel tempo ma alcuni fattori rimangono costanti. Tra questi, il contenuto.

L’arma segreta in questo caso è una buona ottimizzazione SEO on-page con il metodo DRO – Definisci, Raffina, Ottimizza:

  • Definisci l’argomento della pagina e naviga online per trovare le keyword (le parole chiave).

  • Raffina la lista keyword con strumenti come Google AdWords Keyword Planner, Keywordtool.io, SEMRush o SEOzoom.

  • Ottimizza la pagina: URL, tag title (il tag HTML del titolo della pagina), tag description (importante per “tendere la mano” al lettore dalla SERP al sito), alt delle immagini: sono questi gli elementi a cui prestare attenzione.


I trucchi per superare il livello 4:


Usa la Search Console per scrivere meglio come fa Saverio Bruno. “Se trovi una o più keyword che non sono nelle prime posizioni ma ricevono molti click… seleziona le keyword in questione e corri ad ottimizzare e curare al meglio le pagine indicate, soprattutto lato contenuti” scrive Saverio per Internet Business Café.

Segui le linee guida di Google come spesso consigliamo ai webmaster che scelgono WebSite X5.

Livello 5. Le domande da farti prima di schiacciare il pulsante


Super Mario, stai per premere il bottone e pubblicare il sito, ma… Manca qualcosa? Sì! Il nome di dominio.
    Cos’è il dominio di un sito? È l’indirizzo del tuo sito web; inutile dirlo, è un punto cruciale.

    Quali domande farti per scegliere un nome dominio?

    • È facile da ricordare?
    • È corto?
    • Spiega cosa fai?
    • Contiene le parole chiave per la SEO?

    E per l’acquisto dell’hosting - il “parcheggio virtuale” del sito web? Calcola quanto spazio ti serve - in media 1 immagine “pesa” 80 KB e 500 pagine di testo pesano circa 1 MB (cioè 1000 KB) - e scegli la soluzione hosting più adatta a te.


    I trucchi per superare il livello 5:


    Usa i tool che ti suggerisce Riccardo Esposito. Come domai.nr, per verificare l’estensione, BustAName, per trovare combinazioni interessanti, whois per contattare il proprietario del dominio che volevi se questo è già registrato. Consiglio pro da Riccardo Esposito, Come scegliere il dominio giusto: 9 tool indispensabili.

    Impara la regola del CO.ME. OR. G.O. di Valentina Falcinelli. E' semplicissima. "Un buon naming, infatti, deve essere: COrto, o comunque non esageratamente lungo … MEmorizzabile… ORiginale, diverso da quello dei concorrenti, unico, invidiabile. Gradevole… positivo, divertente, che trasmetta simpatia. Orecchiabile. Evita quindi nomi difficili da pronunciare” come consiglia Valentina Falcinelli.

    Livello 6. Social. Consigli evergreen e novità


    Forza Super Mario. Sei al sesto livello, hai pubblicato il sito!
      Ora viene il bello, cioè la promozione. Anzi, la conversazione: prima di promuoverti c’è da costruire una community online. L’arma per farlo? Il social media marketing, che è come il professor Piton con Harry Potter: difficile, ambiguo e sfuggente, ma se lo conosci sarà la tua salvezza.

      Il social da cui partire è Facebook, quindi concentrati su come promuovere una pagina Facebook. Ti abbiamo spiegato che la “golden ratio” è un buon mix tra contenuti.

      Ora aggiungi idee PRO e sei pronto.


      I trucchi per superare il livello 6:


      Segui il consiglio di Veronica Gentili e apri una pagina Facebook “Con un profilo personale infatti non potrai avere più di 5000 amici… non avrai accesso a nessun tipo di dato analitico… non potrai usufruire delle Facebook Ads, uno degli strumenti pubblicitari più potenti e precisi al mondo.” Veronica Gentili in Professionisti & Freelance: profilo o pagina Facebook?

      Impara le metriche Facebook da Vincenzo Cosenza “Gli utenti possono scoprire una pagina senza visitarla. Questa nuova metrica mostra proprio il numero di persone che hanno appreso della pagina semplicemente passando col puntatore sul nome della stessa (perché magari qualcuno l’ha citata)”. Vincenzo Cosenza, Facebook insights: nuove metriche per le interazioni.

      Livello 7. Marketing. Il difficile viene ora


      Super Mario, ci siamo quasi. Un ultimo livello, e diventerai un supereroe della rete.
        In questo livello imparerai come fare pubblicità su internet, e, in particolare, come fare pubblicità su Google. Sono consigli per iniziati, quindi fai attenzione.

        Eccoci al dunque: come fare promozione online? Le strade sono due.


        Sei uno small business?


        • Inserisci i dati NAP (Nome Indirizzo Telefono - dall’inglese Name Address Phone) su Pagine Gialle, directory locali come MisterImprese.it o siti di recensioni come TripAdvisor o Yelp.

        • Prova strategie avanzate di pubblicità su Google con le campagne AdWords o su altri siti con l’affiliate marketing.


        Sei un brand handmade, un artigiano 2.0 non ancora strutturato come azienda?

        • Testa i Facebook Ads per conoscere meglio il tuo target o portare traffico al sito.

        • Partecipa alle community online più attive del tuo settore: sì alle opinioni, sì ai consigli, no allo spam. Il risultato? Una strategia di promozione efficace con poca spesa.


        I trucchi per superare il livello 7:


        Usa la formula di AdWords di Rossella Cennini. “Come facciamo a sapere qual è il tasso di conversione “minimo accettabile” (breakeven conversion rate) affinché la nostra campagna sia proficua? … Con una semplice regola. Costi totali / (profitto per conv.*numero di visitatori)” - Rossella Cenini, Caro AdWords: mi convieni davvero? Quanto posso spendere per te?

        Usa trucchi salvatempo per Facebook Ads di Fabrizio Trentacosti. “Fare pubblicità con Facebook è oggi un lavoro a tutti gli effetti… Nel tempo ho imparato alcuni trucchi per velocizzare questo processo. Eccone 11 da imparare al volo, per risparmiare ore di tempo prezioso.” - Fabrizio Trentacosti, 11 Trucchi per risparmiare tempo con Facebook Ads.

        Conclusione

        Congratulazioni Super Mario, ce l’hai fatta! Ora hai in tasca tutti i trucchi che ti servono: imparare a come progettare un sito web di successo è diventato veramente un gioco. Cosa aspetti? Scarica la guida e conquista il web!
        Scarica l'articolo in pdf: I 7 livelli di un sito di successo. Tutti i trucchi dei guru del web

        Resta aggiornato
        Copyright © 2017 Incomedia s.r.l. Tutti i diritti riservati. P.IVA IT07514640015. Condizioni d'uso, Utilizzo dei Cookie e Privacy Policy Incomedia.
        Torna ai contenuti