• Italiano
  • Deutsch
  • English
  • Français
  • Español
  • Português BR
  • Polski
  • Русский
Vai ai contenuti

La SEO in ambito odontoiatrico

Pubblicato da in Blog ·
L’esperienza del dottor Piccardo

Può un dentista diventare un esperto di SEO? Sì, e il dottor Uberto Piccardo ne è la testimonianza.
Circa dieci anni fa, infatti, il dottor Piccardo apriva il primo sito internet, costruito con le sue mani e dedicato all’attività di dentista: www.dentista-genova-dottpiccardo.it

Da neofita del web, con una grande esperienza in ambito odontoiatrico, ma nessuna competenza nella costruzione di siti, il dottor Piccardo si è affidato a WebSite X5 dopo un attento esame della concorrenza.

La SEO per dentisti, a cui il dottor Piccardo teneva particolarmente, è una pratica che non ha grandi distinzioni rispetto al modo tradizionale di ottimizzare le pagine dei siti.  
Ecco perché il dottor Piccardo ha scelto il nostro software: semplice da usare, anche per un principiante, e potente per la SEO.

“Basta trascinare immagini e testi per costruire le pagine e poi inserire tutti gli elementi di indicizzazione per ottimizzarle.”


La scelta di WebSite X5 ha segnato un momento di svolta.

Il dottor Piccardo ha iniziato ad appassionarsi ad un ramo specifico delle discipline digitali: la SEO (Search Engine Optimization), che lo ha portato ai primi posti sui motori di ricerca.
Ecco che cosa ci ha raccontato.


Perché fare SEO

Tutte le pratiche che riguardano l’ottimizzazione di un sito web vengono comunemente definite SEO: in sostanza, si adottano degli accorgimenti per far sì che il proprio sito compaia nelle prime posizioni dei motori di ricerca per alcune parole chiave. Questa fase è fondamentale per farsi trovare dai potenziali clienti.
Il dottor Piccardo lo sa bene.

“L’importanza della SEO è quella di apparire fra i primi risultati ed informare l’utente.”

Con WebSite X5 è facile: il software ti dà la possibilità di seguire numerosi accorgimenti in modo semplice ed efficace.


Gli aspetti principali da considerare

Il dottor Piccardo, che dopo dieci anni è diventato un vero guru della SEO, ci racconta che il nome che sceglierai per il tuo sito internet è molto importante.

“Deve essere facile, semplice da ricordare, con le parole chiave che vuoi indicare.”

Oltre al nome, altri due aspetti che puoi ottimizzare sono il titolo e la descrizione delle pagine del tuo sito.

“La descrizione è molto importante, è quella che compare sotto il risultato di ricerca.”

Bastano poche righe ben scritte, in cui racconti di cosa si occupa il tuo sito. C’è un altro accorgimento che puoi utilizzare: non superare i 160 caratteri. In questo modo eviterai spiacevoli tagli al testo, che potrebbero renderlo incompleto e magari incomprensibile.

“Un altro aspetto importante sono i tag H1, H2 e H3.”

I motori di ricerca, infatti, scansionano i testi dei siti internet attraverso dei robot chiamati spider. Questi robot oltre a seguire complessi algoritmi di ricerca vanno a verificare che i paragrafi scritti rispondano a delle regole precise, come i “Tag di intestazione” meglio conosciuti con H1, H2 eccetera. Questi tag indicano una gerarchia di importanza delle informazioni che è segnalata dalla numerazione: H1, ad esempio, sta per il titolo (argomento principale della pagina), mentre H2 per i sottotitoli (argomento dei paragrafi), H3 per suddividere in sotto paragrafi e così via.

Sembra un procedimento complesso, è vero, ma non spaventarti: con WebSite X5 non lo è affatto! Nella sezione “Avanzate” dedicata alle impostazioni del sito, sarà sufficiente cliccare su “Statistiche, SEO e Codice” per andare a definire la gestione automatica dei tag di intestazione.

Più semplice di così!


Anche le immagini contano

Come abbiamo visto, il testo del tuo sito internet è fondamentale per la SEO, ma non è l’unica cosa che conta.

“Anche le immagini sono molto importanti. Devono essere belle ma anche leggere a livello di dimensioni, soprattutto considerando che i siti molto spesso vengono visualizzati dagli smartphone, su cui la velocità di caricamento è importante.”

Ti sei mai imbattuto in un sito che ci metteva tanto tempo a caricarsi? Che cos’hai fatto? Generalmente le persone non aspettano più di quattro o cinque secondi per il caricamento di una pagina: trascorso questo tempo, la chiudono e cercano qualcos’altro. Ecco quindi che anche l’ottimizzazione delle immagini diventa di grande rilievo.

“È molto importante avere un sito mobile-friendly, ovvero ottimizzato per il mobile.”

Assicurati di seguire i consigli del dottor Piccardo per ottenere dei buoni risultati!

Ancora un consiglio: gli spider di cui abbiamo parlato prima non possono leggere le immagini: restano ciechi di fronte ad un oggetto che non sia testuale, a meno che non si aggiunga una stringa di testo necessaria per identificarlo.
In gergo questa stringa si chiama “Alt text” che sta per “alternative text”, vale a dire “testo alternativo”. Se inserisci una breve descrizione, il robot può analizzare l’immagine, verificare la sua attendibilità con l’argomento e farti guadagnare preziosi punti nella tua scalata verso i primi posti della pagina dei risultati di ricerca.
Come fare per inserire un testo alternativo? WebSite X5 ti da’ una mano! E’ sufficiente, dopo aver inserito il segnaposto dell’immagine (quindi la sua posizione sulla pagina), cliccare sul pulsante “contenuto” per inserire i riferimenti dell’oggetto selezionato: l’immagine stessa, il titolo e il testo alternativo.   

In conclusione, per creare un sito funzionale non bisogna solo guardare all’aspetto grafico, ma anche alla parte di ottimizzazione per i motori di ricerca.
Le immagini curate e il design ricercato sono la ciliegina sulla torta di un progetto vincente: ciò che conta è il contenuto, e come si dice nell’ambiente digital, “content is King”!

L’ho fatto io. Puoi farlo anche tu.
Ottieni la guida gratuita con 5 consigli utili per fare SEO
RICEVILA SUBITO



Supporto e Risorse

Blog di WebSite X5
Resta aggiornato
Copyright © 2019 Incomedia s.r.l. Tutti i diritti riservati. P.IVA IT07514640015. Condizioni d'uso, Utilizzo dei Cookie e Privacy Policy Incomedia.
Torna ai contenuti